Archivio Tag: incontri

Seminando la Pace

Un ciclo di incontri in Diocesi per riflettere e confrontarci sul tema della Pace

Per tutto l’anno, con cadenza periodica, nella nostra Arcidiocesi presenteremo il ciclo di incontri “Seminando la Pace” in cui, attraverso incontri, eventi e conferenze rifletteremo insieme e ci confronteremo con la cittadinanza su tutti i temi e le sfumature che riguardano il concetto di “Pace”. Ogni appuntamento vedrà la collaborazione dei diversi Uffici Pastorali Diocesani e di altre realtà del territorio che ci accompagneranno in questo viaggio.

Tutti gli aggiornamenti saranno presenti su questo sito e sui nostri social come Facebook, Instagram e X.

III° APPUNTAMENTO

Sabato 13 aprile dalle ore 16:00, presso il Teatro Sant'Andrea di Pescara: "A.I. e Pace - In dialogo sull'Intelligenza Artificiale", evento organizzato e promosso in collaborazione con la Consulta di Pastorale Giovanile.
- Ore 16:00 - Accoglienza
- Ore 16:30 - Talk con don Alessio De Fabritiis, Professore di Teologia e tecnologia presso ISSR "G. Toniolo", esperto della galassia postumana, e Riccardo De Vecchis, Ingegnere e Responsabile tecnico dell'Area Business Intelligence presso ENGAGE
- Ore 18:00 - Testimonianza di Ivan Andreis, Apostolato digitale di Torino
- Ore 18:45 - Talk + Live unplugged del gruppo "The Sun"
Ingresso gratuito con prenotazione necessaria: biglietti disponibili dal 3 aprile su eventbrite.it 
Ingresso consentito non oltre le 16:45 pena la perdita della prenotazione.

Info: young@caritaspescara.it

II° APPUNTAMENTO

Sabato 24 febbraio alle 17:30 presso libreria “Primo Moroni”, via dei Peligni, 93, Pescara. In collaborazione con la libreria “Primo Moroni”, presentazione del libro “Disarmati. Paesi senza esercito e altre strategie di pace” e incontro con l’autore Riccardo Bottazzo.

L’incredibile storia dei Paesi che hanno rinunciato all’esercito:

Nella prima parte Riccardo Bottazzo presenta la storia e l’attuale situazione dei Paesi che vivono e prosperano senza fanti e carri armati. Mentre  nella La seconda approfondisce, grazie ai contributi di esponenti del mondo pacifista, il rapporto tra l’apparato delle forze armate e questioni di stretta attualità come i cambiamenti climatici, il diritto internazionale, le guerre, i bilanci statali, la libertà individuale e altre ancora.

Per informazioni: info@caritaspescara.it


I° APPUNTAMENTO

Venerdì 19 gennaio alle 18:30, presso la Biblioteca diocesana “Carlo Maria Martini”, appuntamento con il primo evento del ciclo di incontri dal titolo “Seminando la Pace” organizzati dall’Arcidiocesi di Pescara-PenneCaritas diocesana e Ufficio di Pastorale Ecumenica e per il dialogo interreligioso, promotori di questo primo appuntamento, invitano la cittadinanza ad un dialogo e confronto tra religioni come passo decisivo per la costruzione della Pace.

Introduce S.E. Mons. Tommaso Valentinetti – Arcivescovo di Pescara-Penne;

Intervengono Mariangela Falà – Buddologa – e Moustapha Batzami – Imam di Teramo.

Per informazioni: info@caritaspescara.it

INSIDE: nuove attivazioni per la coesione delle aree interne

Tre giornate di approfondimento su temi quali il patrimonio ambientale, la cultura, l’arte e lo sviluppo di comunità

EDIT (01/03/2022): Scadenza iscrizioni prorogata al 10 marzo 2022 alle ore 13:00. Limite di età per la partecipazione esteso fino ai 55 anni. Possibilità di partecipazione anche ad un solo incontro tra quelli in elenco.

 

Tre giornate di approfondimento su temi quali il patrimonio ambientale, la cultura, l’arte e lo sviluppo di comunità dal titolo: INSIDE: nuove attivazioni per la coesione delle aree interne.

L’iniziativa, nell’ambito dei progetti Spazi di Comunità e A.I.R.: Area Investire e Ricostruire della Caritas diocesana di Pescara-Penne in collaborazione con quella di Teramo-Atri, si pone l’obiettivo di amplificare le potenzialità insite nei luoghi, nella storia, nella cultura e nelle tradizioni dei paesi della nostra provincia.

Il target a cui è rivolta l’iniziativa è relativo a persone di età compresa tra i 18 ed i 45 anni 55 anni e che possano avere un interesse reale per i temi che saranno affrontati e che possibilmente abbiano alle loro spalle un percorso di attività nel campo del volontariato, dell’impresa anche in ambito sociale o nell’amministrazione della cosa pubblica (leader associativi, attivisti nell’ambito laico e parrocchiale, amministratori comunali e consiglieri).

 

Il calendario degli incontri sarà il seguente *:

SABATO 12 MARZO (Penne): “Valorizzazione della cultura e creatività come motore di sviluppo delle aree interne

Con MASSIMILIANO MONETTI, Presidente Confcooperative Abruzzo


SABATO 19 MARZO (Civitaquana): “Ambiente e patrimonio naturalistico: le aree interne come luoghi di conservazione della biodiversità e promozione del turismo sostenibile

Con FILIPPO TANTILLO, Ricercatore e territorialista


SABATO 26 MARZO (Castiglione M.R.): “Sviluppo di comunità: relazioni di cura e modelli socioeconomici cooperativi nei piccoli centri

Con DAVIDE BONIFORTI, Psicologo di comunità, coordinatore e formatore della “Scuola di Sviluppo di Comunità”


*Durante le giornate sarà dato spazio a testimonianze regionali ed extra-regionali, prevedendo inoltre momenti di confronto con i partecipanti.

 Gli incontri avranno inizio, per ogni giornata, alle ore 9.00 e termineranno alle ore 18.00. I break (mattina e pomeriggio) e la pausa pranzo saranno offerti dall’organizzazione.

Ogni giornata sarà aperta ad un numero massimo di 20 partecipanti.

Per partecipare è necessario compilare ed inviare il modulo google (https://forms.gle/4P34Lza8A8zSGVoc6) entro e non oltre il 28.02.2022 10.03.2022 alle ore 13:00. Infine si specifica che è richiesta la partecipazione ad almeno 2 giornate di cui una dovrà essere necessariamente quella dedicata allo Sviluppo di Comunità (26.03.2022).

per info: anna.didonato@caritaspescara.itbeatrice.buzzelli@caritaspescara.it | francesca.primavera@caritaspescara.it

In ascolto delle Comunità parrocchiali

“Da questo tutti sapranno che siete miei discepoli, se avrete amore gli uni per gli altri” (Gv 13, 35), questa la grande eredità che Gesù lascia ai Suoi: essere segno visibile e riconoscibile di un amore più grande. Lui che chiama ciascuno per nome, dà loro la forma stessa dell’amore: quella di una comunità che annuncia. Non sono le opere in sé il distintivo di un’appartenenza, ma ciò che le anima Intorno a questo mandato da cui anche noi, come Caritas diocesana, ci siamo lasciati raggiungere, abbiamo scelto di orientare il cammino con le nostre Caritas parrocchiali; questo ci vede impegnati su due direzioni quella formativa, di ascolto e condivisione e quella operativa di incontro e progettazione.

Gli incontri mensili con i referenti delle Caritas parrocchiali e, da quest’anno aperti anche ad altri membri delle stesse, seguono un percorso incentrato sulla dimensione pedagogica e di testimonianza che ogni Caritas è chiamata a svolgere nella propria comunità parrocchiale.

Riflessioni che si traducono in proposte di azione concrete, fanno di questi incontri dei piccoli laboratori in cui sperimentare azioni di promozione e di cambiamento; farlo insieme pone già in essere quell’azione comunitaria e fraterna che diventa sempre più la prima opera tangibile, segno di riconoscimento, luogo di evangelizzazione.

Con queste stesse coordinate stiamo proponendo un progetto che ci vedrà impegnati nell’incontro con le foranie della diocesi per momenti di dialogo e di scambio “in loco”, presso i territori di riferimento.

La scelta di incontrare ciascuna forania nella propria realtà significa darci la possibilità di entrare in modo più specifico, più attento e dedicato nella geografia umana che è propria di ciascuna e su questo metterci in ascolto delle esigenze del territorio, sia nelle sue povertà che nelle sue risorse. Da qui le azioni che ne deriveranno, sia a livello formativo che più direttamente operativo, potranno rispondere alla specificità di ciascun territorio ed, al tempo stesso, trovare un’interrelazione che darà vita ad un disegno di respiro ecclesiale più ampio.

Creare reti ed alleanze, in un incrocio di bisogni e risorse, permetterà a tutti di ampliare lo sguardo ma soprattutto renderà possibile quella testimonianza di un Amore, capace di andare oltre i propri confini e generare risposte creative, che non si esauriscono con le nostre capacità personali ma si estendono a possibilità attinte in un ampio contesto di riferimento.

La carità sia il luogo per eccellenza dove ognuno possa trovare casa e possa sentirsi parte di un progetto più grande; nessuno sarà mai tanto povero da non avere nulla da donare, nè tanto ricco da non aver bisogno di ricevere.