Notizie

I Volontari delle Caritas in festa al Centro Emmaus

Giovedì 27 giugno il Centro Emmaus in Strada Colle San Donato 56 a Pescara, si vestirà a festa per dedicare la serata a tutti i volontari delle Caritas, uomini e donne che ogni giorno dedicano il loro tempo ed il loro cuore ai nostri accolti, abbracciando con sacrificio e solidarietà le fragilità di chi vive ai margini.

Celebreremo insieme il Volontariato, il vero motore della Carità piena e disinteressata, che persegue lo scopo di non lasciare nessuno indietro.

Si partirà alle 19:00 con la messa per poi cenare insieme accompagnati da animazione e allegria fino a tarda sera.

Info: volontariato@caritaspescara.it | 338.9011334

 

Volontariato: impegno e consapevolezza

Al via dal 20 febbraio, fino al 3 aprile, il Corso Base di Formazione al Volontariato. Iscrizioni entro il 18 febbraio.

Gli incontri si svolgeranno di mercoledì alle ore 18:00 presso il Centro Emmaus sito in Strada Colle San Donato, 56 a Pescara.

Contattaci: Manuela 338.9011334 oppure 085.4313223 | volontariato@caritaspescara.it

 

La Caritas promuove il volontariato, sia singolo che organizzato, nelle diverse aree dei bisogni della diocesi. Diverse le iniziative:
  • Corso Base per nuovi Volontari
  • Incontri per la formazione permanente

C’è la possibilità di fare esperienze di servizio comunitario per gruppi giovanili previo accordo.

La Caritas Pescara-Penne per ogni anno pastorale propone il Corso base di formazione al volontariato strutturato in due moduli. La formazione è indirizzata non solo a quanti desiderano impegnarsi nei centri Caritas, ma anche a coloro interessati ad approfondire le tematiche e gli aspetti del volontariato.

Chi lo desidera, al termine del corso, potrà operare come volontario nelle opere segno e progetti della Caritas a livello diocesano in attività a favore dei senza dimora, dell’integrazione dei cittadini immigrati, nella promozione della solidarietà al fianco dei giovani in difficoltà, delle famiglie, dei malati di Aids.

Condividi anche tu, donando un po’ del tuo tempo.
Diventa volontario!

 

Il contributo della Caritas diocesana per HBO

La gradita lettera di ringraziamento dall’Associazione Hesperia Bimbi Onlus per il contributo offerto alla loro attività che mette a disposizione personale qualificato per aiutare, in ogni parte del mondo, bambini bisognosi di cure ad elevato contenuto specialistico, nella fattispecie il contributo della Caritas diocesana ha permesso una serie di interventi di cardio-chirurgia pediatrica in Italia e Romania e due interventi di ortopedia presso la Missione di Blinisht in Albania.

Il mondo nemico

Si è tenuto mercoledì 28 alle ore 18:00, presso la biblioteca “C.M. Martini” in Piazza Spirito Santo 5 a Pescara, l’incontro con il vicedirettore di Caritas Italiana Paolo Beccegato dal titolo “Il mondo nemico, vedere orizzonti dove altri disegnano confini”.

L’incontro è stato un momento per fermarsi a riflettere insieme sulla direzione che si sta prendendo soprattutto in relazione ai conflitti dimenticati, ai recenti fenomeni migratori e al sempre più diffuso clima di chiusura e di razzismo.
Nel suo intervento Beccegato ha ripercorso le principali cause che vi sono alla base degli attuali conflitti e che dei conseguenti processi migratori; in particolare ha ricordato come le guerre sempre più si combattono dove c’è degrado ambientale. Un degrado ambientale che causa povertà e che, a sua volta, genera un movimento di persone e quindi i processi migratori. In relazione a ciò il relatore ha colto l’occasione per far presente come da un recente studio si è rilevato che da qui ad un tempo, a causa dei cambiamenti climatici e dell’innalzamento delle temperature, molti territori del sud Italia non saranno più produttivi a vantaggio dei territori del nord Europa che cominceranno ad essere più produttivi.
L’estrema povertà in cui si trovano molti paesi inoltre a sua volta aumenta il livello di conflittualità sociale e quindi anche tensioni civili e guerre. Povertà e guerra si alimentano.
Considerando le diverse connessioni come pezzi di un puzzle, Beccegato ha poi proseguito il suo intervento mettendo alla luce (attraverso alcuni dati rilevati da Caritas Italiana) come spesso le informazioni che a livello nazionale riceviamo sul tema dei conflitti siano parziali se non addirittura inesistenti. La maggior parte dei quotidiani nazionali non dedica spazio alla politica estera e alle questioni internazionali. Questo comporta una poca conoscenza da parte degli italiani rispetto a ciò che sta accadendo. Sulla base di un sondaggio gli italiani sono poco informati ed hanno perciò una percezione alterata circa la presenza dei migranti dimostrandosi, anche tra i cattolici, più chiusi e diffidenti.

Progetto PRIMA: per l’infanzia e la maternità assistita

Il Progetto PRIMA  (Prevenzione dei Rischi per l’Infanzia e la Maternità Assistita) , è finanziato dall’Impresa Sociale “Con I Bambini” nell’ambito delle iniziative per il contrasto della povertà educativa minorile. Il Progetto si pone la finalità di realizzare un presidio di coordinamento territoriale integrato socio-sanitario, capace di coprire due aree metropolitane abruzzesi con significativa presenza di bambini nella fascia 0-3 anni a rischio di povertà (Pescara-Teramo), proponendo un modello innovativo di intervento multiservizio.

Il Progetto coinvolge un partenariato composto da 12 soggetti (4 ONLUS, tra cui la Fondazione Caritas, 2 ASL, la Regione Abruzzo, 4 Comuni, 1 Università) e ha gli obiettivi di prevenire precocemente gli effetti della povertà nei primi anni di vita del bambino, accompagnare la nascita e la crescita del bambino facilitando l’accesso ai servizi e opportunità di qualità, migliorare la salute fisica e psicologica materna e infantile prevenendo la trascuratezza e il maltrattamento e incoraggiare la genitorialità positiva e l’accesso precoce al sistema educativo (nidi).

Il progetto sarà inaugurato dalla conferenza di presentazione sul tema “Interventi di Home Visiting e orientamento nel territorio” che si svolgerà venerdì 12 ottobre presso l’aula magna del Centro Studi Sociali “Don Silvio De Annuntiis” in via Tagliamento, snc a Scerne di Pineto (Teramo).

Per maggiori informazioni e dettagli CLICCA QUI

Erasmus Access: formazione operatori per la disabilità

Erasmus Access propone un corso di formazione per operatori dell’inclusione attiva di giovani con disabilità.

Il corso si svolgerà dal 5 al 13 ottobre 2018 a Nagybörzsöny, in Ungheria. Requisito per la partecipazione è un’età minima di anni 18 ed è rivolto principalmente  ai seguenti profili:

  • Delegati di organizzazioni con esperienza diretta nel lavoro con giovani disabili e organizzazioni che vogliono diventare più inclusive e disposte a coinvolgere i giovani disabili nei loro progetti;
  • operatori che hanno esperienza di lavoro diretto con i giovani, sia come professionisti, dipendenti di ONG, leader di gruppi locali di volontariato, che, pur non avendo come target principale disabili giovani, sono motivati ​​a impegnarsi nell’inclusione di giovani con disabilità;
  • potenziali operatori di scambio giovanile interessati ad imparare come organizzare accessibili scambi giovanili;

Il corso di formazione sarà attuato nell’ambito del programma Erasmus + dell’UE e le spese di viaggio saranno rimborsate a tutti i partecipanti in base ai limiti di viaggio stabiliti dal Programma Erasmus +. Restando nel budget indicato, le  spese saranno coperte al 100%; spendendo di più, l’importo eccedente sarà a carico del partecipante. Importante verificare gli importi massimi che i partecipanti possono spendere per raggiungere la sede di Nagybörzsöny.

Per informazioni e dettagli per la partecipazione CLICCA QUI

Bando volontari servizio civile 2018: date selezioni

— AGGIORNAMENTO—

I ragazzi selezionati sono convocati alle ore 9:00 del 15 gennaio 2019 presso il Centro Emmaus in Strada Colle San Donato, 56 a Pescara. L’incontro si terrà dalle 9:00 alle 13:00 e dalle 14:30 alle 16:30. Per il pranzo i ragazzi sono invitati ad organizzarsi autonomamente. In questa sede verrà comunicato il calendario delle prime 2 settimane di servizio.

— AGGIORNAMENTO—

Sono pubbliche a partire da oggi, 6 dicembre 2018, le graduatorie del bando emanato lo scorso 20 agosto 2018. 

Scarica qui la graduatoria del Progetto Alleanza Pescara 2018

Scarica qui la graduatoria del Progetto Mosaico Pescara 2018

— AGGIORNAMENTO—

Sono pubbliche a partire da oggi, 15 ottobre 2018, le date dei colloqui di selezione per il bando emanato lo scorso 20 agosto 2018. 

Le selezioni verranno effettuate, presso il Centro Emmaus in Strada Colle San Donato n.56 a Pescara, in due date:

PROGETTO ALLEANZA-PESCARA: 2 novembre 2018.

Scarica qui il calendario dei colloqui. 

PROGETTO MOSAICO-PESCARA: 12 novembre 2018.

Scarica qui il calendario dei colloqui.

Il 20 agosto 2018 il Dipartimento della Gioventù e del Servizio Civile Nazionale ha emanato un Bando nazionale volontari per la selezione di 28.967 giovani da impiegare in progetti di servizio civile in Italia e all’estero.

Caritas Italiana vede finanziati 199 progetti in Italia, per un totale di 1.398 posti, e 6 progetti all’estero per 42 posti. La scadenza per le domande da parte dei giovani è il 28 settembre 2018. Tutte le informazioni tecniche sul Bando sono disponibili sul sito del Servizio Civile Nazionale.

Le domande vanno presentate direttamente all’Ente proponente il progetto, in questo caso alla Caritas Diocesana che propone il progetto. Possono essere presentate a mano entro le ore 18.00 del 28 settembre, oppure possono essere inviate a mezzo posta con raccomandata A/R o con PEC (Posta Elettronica Certificata, intestata a chi presenta la domanda), tramite compilazione dell’Allegato 3 (.pdf e .doc), dell’Allegato 4 (.pdf e .doc) e dell’Allegato 5 (.pdf e .doc), entro il 28 settembre 2018.

Attenzione: Le domande trasmesse con modalità diverse da quelle indicate non saranno prese in considerazione. In particolare, non saranno accolte le domande inviate via e-mail o via fax. Le domande inviate all’indirizzo PEC saranno accettate solo se provenienti da un indirizzo PEC intestato all’aspirante volontario. Si invita, infine, a verificare che la propria PEC sia abilitata all’invio nei confronti di soggetti priivati e non solo nei confronti della Pubblica Amministrazione (come ad esempio nel caso di PEC con dominio .gov).

Sono 2 i progetti proposti dalla Caritas diocesana Pescara-Penne:

Per scaricare il progetto della Caritas diocesana Pescara-Penne “Alleanza” (8 volontari) clicca qui

Per scaricare il progetto della Caritas diocesana Pescara-Penne “Mosaico” (6 volontari) clicca qui

Non è possibile presentare domanda per più di un progetto, pena l’esclusione dalla partecipazione a tutti i progetti a cui si riferisce il bando.

Possono presentare domanda coloro che si trovano in una delle seguenti condizioni:
  • cittadino italiano
  • cittadino degli altri paesi dell’Unione europea;
  • cittadino non comunitario regolarmente soggiornante in Italia.
Per partecipare al Bando occorre:
  • aver compiuto il diciottesimo anno di età e non aver superato il ventottesimo anno di età (28 anni + 364 giorni) alla data di presentazione della domanda;
  • non aver riportato condanna anche non definitiva alla pena della reclusione superiore ad un anno per delitto non colposo ovvero ad una pena della reclusione anche di entità inferiore per un delitto contro la persona o concernente detenzione, uso, porto, trasporto, importazione o esportazione illecita di armi o materie esplodenti, ovvero per delitti riguardanti l’appartenenza o il favoreggiamento a gruppi eversivi, terroristici o di criminalità organizzata;

Qualora si intenda partecipare alla riserva di posti destinata ai giovani FAMI, prevista per alcuni progetti da realizzarsi in Italia, occorre anche essere titolare di protezione internazionale (ossia rivestire lo status di rifugiato o essere titolare di protezione sussidiaria) o di protezione umanitaria; tali condizioni sono attestate dal permesso di soggiorno in formato elettronico rilasciato dalla Questura competente per territorio.

Insieme alla domanda bisogna presentare copia del documento di identità in corso di validità.

Come si accede ai progetti di servizio civile della Caritas Italiana…
Non è possibile presentare domanda per più di un progetto, pena l’esclusione dalla partecipazione a tutti i progetti a cui si riferisce il bando.

Non possono presentare domanda i giovani che:
a) abbiano già prestato o stiano prestando servizio civile nazionale, oppure abbiano interrotto il servizio prima della scadenza prevista;
b) abbiano in corso con l’ente che realizza il progetto rapporti di lavoro o di collaborazione retribuita a qualunque titolo, ovvero che abbiano avuto tali rapporti nell’anno precedente di durata superiore a tre mesi.

Non costituiscono cause ostative alla presentazione della domanda di servizio civile:

  • aver interrotto il servizio civile nazionale a conclusione di un procedimento sanzionatorio a carico dell’ente originato da segnalazione dei volontari;
  • aver già svolto il servizio civile nell’ambito del programma europeo “Garanzia Giovani” e nell’ambito del progetto sperimentale europeo International Volunteering Opportunities for All.

Non possono partecipare alla selezione gli appartenenti ai corpi militari e alle forze di polizia.

 

Online il Bilancio Sociale 2017

Carissimi,

anche per questo anno 2017 sono qui a rivolgere il mio saluto e il mio contributo di apertura al Bilancio Sociale della nostra Fondazione Caritas Onlus. Come è
noto, il 2017 è stato un anno particolarmente riflessivo sulle tematiche del lavoro, con l’interrogazione sul diritto al lavoro e sulla pubblicazione delle nuove leggi sul lavoro contenute nel cosiddetto “Jobs Act” (DL 81/2017), un anno in cui diverse volte si è ascoltato dai media sul lavoro, sulla sua dignità e sul diritto fondamentale a lavorare. Come Vescovo, nonché come Presidente della Fondazione Caritas, non posso non ribadire l’assoluta necessità di riportare all’attenzione della società che il lavoro è un bene di tutti e, dovrebbe essere un bene per tutti coloro che hanno le forze e le capacità per compiere le diverse azioni che possano migliorare il mondo, la Creazione divina, e che possano portare alla vocazione personale e, con essa, alla santificazione universale.
Come Presidente, mi sento di porre l’attenzione alle diverse attività e progettualità che la Fondazione Caritas ha messo in atto per la promozione del diritto al lavoro, per l’inclusione socio-lavorativa e per tutti gli accompagnamenti quotidiani finalizzati all’ascolto delle problematiche relative allo sfruttamento del lavoro e alla perdita di un’occupazione[…]

Con le parole di S.E. Monsignor Tommaso Valentinetti, Arcivescovo di Pescara-Penne e Presidente della Fondazione Caritas, organo strumentale della Caritas diocesana, si apre il Bilancio Sociale della Fondazione Caritas Onlus, giunto alla sua quinta edizione. La raccolta di attività, opere, progetti, strumenti e risorse messe in campo nell’anno 2017, un anno caratterizzato particolarmente per l’attenzione all’inclusione socio-lavorativa di quanti vivono condizioni di svantaggio sociale ed economico.

Clicca qui per accedere alla pubblicazione

Progetto Ninive, proiezione del docu-film

Mercoledì 8 agosto alle 19:00, presso il Pala Dean Martin di Montesilvano (Pe) verrà proiettato il docu-film “Ninive – Verso le periferie” per la regia di Maria Grazia Liguori e Francesco Calandra e prodotto dalla Caritas diocesana di Pescara-Penne.

Il docu-film, girato nel 2017, racconta l’esperienza del progetto Ninive all’interno del quartiere Rancitelli-Villa del Fuoco attraverso animazione del territorio, ascolto diffuso ed iniziative di partecipazione e cittadinanza attiva.

Definito dagli stessi registi un “documentario sull’assenza” con al centro una “tenace volontà di resilienza”, NinivE – Verso le periferie è il racconto del quartiere Rancitelli, periferia ovest di Pescara, attraverso lo sguardo multigenerazionale degli abitanti e di chi ha collaborato con l’equipe di progetto.

Dopo la proiezione ci sarà un momento di riflessione, alla presenza dei registi e degli operatori della Caritas diocesana, sulla condizione delle periferie e sull’esperienza fatta dal progetto Ninive.

La proiezione, a ingresso libero, si colloca all’interno della manifestazione “Cinema è Cultura” di cui la Caritas diocesana è partner sociale.

Rassegna stampa:

Montesilvano, la Caritas diocesana partner sociale della manifestazione “Cinema è Cultura”

“Cinema è Cultura”, partner sociale: Caritas diocesana di Pescara-Penne