Servizio Civile, definite le date dei colloqui

Tutto pronto per i colloqui di selezione al Servizio Civile 2019 in Caritas diocesana; 2 le date definite: si parte mercoledì 6 novembre con la prima giornata dedicata ai colloqui per il progetto PRIMA – Progetto per l’integrazione dei migranti. La seconda giornata, a cui parteciperanno i candidati per il progetto REI – Reti per l’Inclusione, è in programma mercoledì 13 novembre. Entrambe le giornate dei colloqui si svolgeranno presso il Centro Emmaus sito in Strada Colle San Donato, 56 a Pescara.

Questi i dettagli e le indicazioni per i colloqui di selezione:

6 novembre – ore 8:30 : progetto PRIMA

materiale necessario per l’ammissione al colloquio:

  • Documento d’identità
  • Codice fiscale/tessera sanitaria
  • Curriculum Vitae aggiornato e riportante la seguente dicitura: Il/la sottoscritto/a_______________ consapevole che le dichiarazioni false comportano l’applicazione delle sanzioni penali previste dall’art. 76 del D.P.R. 445/2000, dichiara che le informazioni riportate nel seguente curriculum vitae corrispondono a verità.
13 novembre – ore 8:30 : progetto REI

materiale necessario per l’ammissione al colloquio:

  • Documento d’identità
  • Codice fiscale/tessera sanitaria
  • Curriculum Vitae aggiornato e riportante la seguente dicitura: Il/la sottoscritto/a_______________ consapevole che le dichiarazioni false comportano l’applicazione delle sanzioni penali previste dall’art. 76 del D.P.R. 445/2000, dichiara che le informazioni riportate nel seguente curriculum vitae corrispondono a verità.
  • Dichiarazione Sostitutiva Unica ( DSU) [per valutazione misura aggiuntiva minori opportunità, n°2 posti riservati], documento che contiene i dati anagrafici, reddituali e patrimoniali di un nucleo familiare e ha validità dal momento della presentazione e fino al 15 gennaio dell’anno successivo. La DSU è a tutti gli effetti la richiesta di rilascio della certificazione ISEE così come da prescrizioni dell’IPS .I dati contenuti nella DSU sono in parte autodichiarati (come i dati anagrafici e i beni patrimoniali posseduti al 31 dicembre dell’anno precedente a quello di presentazione della dichiarazione) e in parte acquisiti dall’Agenzia delle Entrate (reddito complessivo ai fini IRPEF) e da INPS (trattamenti assistenziali, previdenziali e indennitari, erogati dall’INPS per ragioni diverse dalla condizione di disabilità e non rientranti nel reddito complessivo ai fini IRPEF). Per le informazioni autodichiarate, il soggetto che compila la DSU si assume la responsabilità, anche penale, di quanto dichiarato.

Per consultare l’elenco dei convocati ai colloqui di selezione clicca qui

 

 

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>